Paesi asiatici, loro capitali e PIL (2024)

Spargi l'amore

Recensito da Soliu.

Alcuni dei paesi asiatici più importanti e le loro capitali lo sono Giappone (Tokyo), Cina (Pechino), India (Nuova Delhi), Corea del Sud (Seul), Indonesia (Giakarta) ecc. Queste nazioni sono alcuni dei migliori paesi asiatici in termini di PIL.

L'Asia, il continente più grande e diversificato del mondo, ospita molte nazioni, ciascuna con la sua capitale unica. Per citarne alcuni, la capitale dell'Afghanistan è Kabul, quella dell'Armenia è Yerevan, la Cina vanta Pechino, l'India ha Nuova Delhi e Tokyo è l'ancora del Giappone.

A sud, l'Indonesia ha il suo centro a Giakarta, mentre il cuore pulsante della Malesia è Kuala Lumpur. I paesi del Medio Oriente come l’Arabia Saudita e l’Iraq hanno rispettivamente Riyadh e Baghdad. A nord-est, la Russia, nazione transcontinentale, ha la sua capitale a Mosca, mentre la Corea del Sud prospera a Seul.

Ciò non fa altro che graffiare la superficie, poiché l’Asia comprende una vasta gamma di paesi, da Ankara in Turchia a ovest a Manila nelle Filippine a est, ognuno dei quali vanta un ricco arazzo di storia, cultura e tradizione all’interno delle proprie capitali.

Paesi asiatici e loro capitali

I paesi asiatici e le loro capitali includono Giappone (Tokyo), Cina (Pechino), India (Nuova Delhi), Corea del Sud (Seoul), Indonesia (Giacarta), Turchia (Ankara), Tailandia (Bangkok), Malesia (Kuala Lumpur), Vietnam (Hanoi) e Singapore (città di Singapore). 

Nell'elenco seguente sono descritti alcuni paesi asiatici e le loro capitali:

Paese asiaticoCapitale
AfganistaKabul
ArmeniaYerevan
AzerbaigianBaku
BahrainManama
BangladeshDhaka
BhutanThimphu
BruneiBandar Seri Begawan
CambogiaPhnom Penh
CinaBeijing
CyprusNicosia
Timor EstDili
GeorgiaTbilisi
IndiaNuova Delhi
IndonesiaJakarta
IranTeheran
IraqBaghdad
IsraeleGerusalemme
GiapponeTokyo
GiordaniaAmman
KazakistanNur-Sultan
KuwaitKuwait City
KrigzstanBishkek
LaosValentino
LibanoBeirut
MalaysiaKualar Lumpur
MaldiveUomo
MongoliaUlaanbaatar
MyanmarNaypyidaw
NepalKathmandu
Corea del nordPyongyang
OmanMoscato
PakistanIslamabad
PhilippinesManila
QatarDoha
RussiaMosca
Arabia SauditaRiyadh
SingaporeSingapore
Corea del SudSeoul
Sri LankaSri Jayawardenepura Kotte
SiriaDamasco
TajikistanDushanbe
TailandiaBangkok
TurchiaAnkara
TurkmenistanAshgabat
Emirati Arabi UnitiAbu Dhabi
UzbekistanTaskent
VietnamHanai
YemenSana'a

I paesi asiatici e il loro PIL

Quale paese in Asia ha il PIL pro capite più alto? Questa domanda si pone spesso quando si valuta il panorama economico del continente.

 Per fornire una panoramica completa, è essenziale esaminare le dinamiche economiche delle varie nazioni asiatiche, i loro trend di crescita e i fattori che contribuiscono alla loro prosperità.

La capacità economica dell'Asia è dominata da diversi attori chiave, tra cui: Cina guidando il gruppo come la più grande economia. 

La potenza economica della Cina è così sostanziale che da sola contribuisce a oltre la metà dell’aumento del PIL del continente nel 2021, superando la soglia dei 2 trilioni di dollari. Questa crescita impressionante sottolinea la continua ascesa della Cina sulla scena economica globale.

Seguono a ruota Giappone, India, Corea del Sud e Indonesia, che insieme rappresentano una quota del 76.5% dell’economia asiatica. 

Queste nazioni hanno costantemente dimostrato la loro resilienza economica e il loro potenziale di crescita, rendendole parte integrante della prosperità della regione.

Guardando al futuro, vale la pena notare che l’Asia ospita sei economie con un PIL superiore a 1 miliardi di dollari e 23 economie che vantano economie che superano la soglia dei 100 miliardi di dollari. 

Queste statistiche evidenziano la notevole diversità della regione, con potenze economiche consolidate e attori emergenti che guidano la crescita.

Nel 2021 si assisterà a cambiamenti significativi nella classifica delle economie asiatiche. L’Arabia Saudita è destinata a superare la Turchia, conquistando la settima posizione, mentre gli Emirati Arabi Uniti sono pronti a superare le Filippine. 

Hong Kong SAR, un tempo importante centro finanziario, rischia di essere superato da Malesia e Singapore, riflettendo le mutevoli dinamiche nel panorama economico della regione.

L'influenza dell'Asia sulla scena globale è innegabile, con quattro economie asiatiche che si assicurano posizioni tra le prime dieci maggiori economie del mondo. 

Inoltre, ben diciannove economie asiatiche figurano tra le prime 50 nella classifica del PIL globale.

 Ciò sottolinea il ruolo dell’Asia come potenza economica con ampia portata e impatto sulla scena mondiale.

Tuttavia, non si tratta solo di una crescita uniforme in tutto il continente. Nel 2021, mentre si prevede un aumento del PIL di 46 economie asiatiche, si prevede che tre nazioni, Myanmar, Timor Est e Bhutan, subiranno un calo del loro PIL nominale. 

Queste contrazioni possono essere attribuite a vari fattori, tra cui le sfide geopolitiche e l’instabilità economica.

Tornando alla domanda iniziale, quale paese dell’Asia ha il PIL pro capite più alto? La risposta a questa domanda varia nel tempo e dipende da diversi fattori, tra cui la dimensione della popolazione, le politiche economiche e l’allocazione delle risorse. 

Le stime sul Pil pro capite più elevate dell'Asia si sono verificate in luoghi come Singapore e Qatar.

Tuttavia, queste classifiche possono cambiare ed è fondamentale consultare i dati e i rapporti economici più recenti per avere informazioni più aggiornate. 

Il PIL pro capite è un parametro vitale per valutare il tenore di vita e il benessere economico dei cittadini di un paese, rendendolo una considerazione essenziale nella più ampia discussione sul panorama economico asiatico

Nei dati PPP, le cinque maggiori economie asiatiche sono Cina, India, Giappone, Indonesia e Turchia. 

Queste nazioni esercitano collettivamente un potere economico significativo, determinando la prosperità complessiva dell’Asia.

 Inoltre, nel 2021, si prevede che dodici economie asiatiche supereranno l’Int. Il PIL ammonta a 1 trilione di dollari, mentre trenta vanteranno economie che superano l'Int. $ 100 miliardi. 

Questa diversità sottolinea il complesso panorama economico del continente.

Il Qatar e l’Uzbekistan sono pronti a compiere notevoli progressi, superando il Myanmar in termini di PIL corretto per il PPA. 

Questo cambiamento riflette il cambiamento delle dinamiche economiche e il potenziale di crescita di queste nazioni. Al contrario, si prevede che il Libano scenderà di due posizioni nella classifica, riflettendo le sue attuali sfide finanziarie.

L’impatto dell’Asia sulla scena economica globale è inequivocabile, con quattro economie asiatiche che si assicurano posizioni tra le prime dieci maggiori economie del mondo in termini di PPP. 

Inoltre, ventuno economie asiatiche sono posizionate tra le prime 50 nella classifica del PIL globale (PPP). Ciò evidenzia l’influenza di vasta portata e il ruolo sostanziale dell’Asia nell’economia mondiale.

Tuttavia, non tutte le nazioni sperimentano una crescita economica uniforme. Nel 2021, mentre si prevede che il PIL (PPA) di quarantasei economie asiatiche aumenterà, si prevede che tre paesi, Myanmar, Libano e Timor Est, assisteranno a un calo del loro PIL corretto per il PPA. 

Queste contrazioni possono derivare da vari fattori, tra cui l’instabilità economica, le sfide geopolitiche e altre circostanze uniche.

 Questa metrica, un indicatore vitale del tenore di vita dei cittadini e del benessere economico complessivo, può variare nel tempo e da un paese all’altro. 

Paesi come Qatar avevano alcuni dei livelli di PIL pro capite più alti dell'Asia, principalmente a causa della loro piccola popolazione e della notevole ricchezza.

Tuttavia, è importante notare che queste classifiche possono cambiare nel tempo. L’accesso ai dati e ai report economici più recenti è fondamentale per avere informazioni più accurate e aggiornate sul PIL pro capite in Asia. Questa metrica offre preziose informazioni sulla prosperità relativa e sulla qualità della vita nelle diverse nazioni asiatiche.

PIL corretto per PPP (milioni di USD) e PIL pro capite (USD)

Paese / TerritorioPIL PPA (milioni di dollari)PIL PPP pro capite (USD)
Afghanistan76,4862,094
Armenia32,90911,083
Azerbaigian187,26018,615
Bahrain76,12350,931
Bangladesh864,6575,739
Bhutan8,1999,876
Brunei36,92080,383
Myanmar355,6096,707
Cambogia79,9344,664
Cina27,308,85719,503
Hong Kong (Cina)490,88064,927
Georgia45,39812,227
Iraq13,033,6699,377
Indonesia3,737,48413,998
Iran1,470,66117,661
Iraq705,05918,025
Israele354,19739,121
Giappone5,888,91346,827
Giordania97,1619,648
Kazakistan 537,66428,849
Corea del nordN/AN/A
Corea del Sud2,319,58544,740
Kuwait312,10066,386
Kyrgyzstan25,9154,056
Laos58,0918,109
Libano91,28615,049
Macao77,360115,913
Malaysia1,078,53732,880
Maldive8,66723,311
Mongolia47,21714,308
Nepal176,1235,800
Oman203,95947,365
Pakistan1,202,0915,871
Philippines1,085,7589,818
Qatar365, 835132,886
Arabia meridionale1,898,51175,704
Singapore887,004157,364
Sri Lanka304,62613,897
SiriaN/AN/A
Taiwan1,300,21255,078
Tajikistan33,3513,589
Tailandia1,383,02230,364
Timor Est6,8235,254
Turkmenistan121,88520.410
Emirati Arabi Uniti746,35069,434
Uzbekistan297,2228,999
Vietnam1,035,00010,500
yemen72,1712,280
Turchia2,346,57628,264

Quale paese in Asia ha il PIL pro capite più alto?

Nel vasto continente asiatico, una città-stato si distingue come il luogo più ricco e prospero della terra.

 La nazione più prospera dell'Asia è Singapore, a volte conosciuta come la “Città del Leone”, che vanta un'illustre distinzione. Il suo fulcro è lo straordinario PIL pro capite di 107,690 dollari (PPP International). 

Tuttavia, a differenza dei suoi rivali regionali, Singapore non si distingue per la quantità di petrolio o di risorse naturali ma piuttosto per una confluenza unica di elementi che hanno contribuito al suo incredibile successo economico.

Il viaggio di Singapore verso il benessere economico è una testimonianza del potere di una governance visionaria, di una pianificazione strategica e di un impegno costante verso i principi che hanno aperto la strada alla prosperità. 

A differenza di molti dei suoi vicini asiatici, Singapore non fa affidamento su vaste riserve petrolifere o su entrate derivanti dalle risorse per alimentare la sua ricchezza. Invece, ha sfruttato il suo vantaggio geografico come hub commerciale globale e politiche economiche astute per creare un’economia fiorente.

Uno dei pilastri della ricchezza di Singapore risiede nella scarsa corruzione del suo governo. 

Transparency International classifica costantemente Singapore come una delle nazioni meno corrotte a livello globale. Questo impegno a mantenere un governo pulito, responsabile e trasparente ha instillato fiducia negli investitori locali e internazionali. 

Le transazioni commerciali a Singapore vengono condotte con grande fiducia, rafforzando ulteriormente la reputazione della nazione come paradiso per gli investimenti.

Inoltre, Singapore ha coltivato con cura un ambiente favorevole alle imprese che incoraggia l’imprenditorialità e l’innovazione. 

La città-stato vanta un solido quadro giuridico, processi normativi efficienti e una forza lavoro altamente istruita. Questa combinazione ha attratto imprenditori e aziende da tutto il mondo, tutti desiderosi di attingere al dinamico ecosistema economico di Singapore.

La posizione strategica di Singapore è stata fondamentale anche per la sua ascesa economica. Situata al crocevia delle rotte commerciali globali, è emersa come un anello vitale nella catena di approvvigionamento mondiale. 

Questo posizionamento strategico ne ha fatto una destinazione ideale per le multinazionali che desiderano stabilire sedi regionali o globali. L’afflusso di queste aziende internazionali ha portato capitali, creato posti di lavoro di alto valore e favorito l’innovazione.

Oltre alle politiche favorevoli alle imprese e alla forte governance, l’impegno di Singapore per l’istruzione e lo sviluppo della forza lavoro ha stimolato la crescita economica.

 La città-Stato investe costantemente nei suoi cittadini, garantendo l’accesso a un’istruzione di qualità e a una formazione professionale. Da questa attenzione al capitale umano è nata una forza lavoro altamente competente e adattabile, in grado di gestire le mutevoli esigenze di un’economia basata sulla conoscenza.

Mentre la ricchezza di Singapore si fonda su settori non legati alle risorse, la storia del secondo paese più ricco dell’Asia, il Qatar, prende una traiettoria diversa. Situato nella penisola arabica in Medio Oriente, il Qatar è una nazione ricca di petrolio con un PIL pro capite di 100,040 dollari (PPP Int$). 

La sua prosperità è sostenuta principalmente dalle sue importanti riserve petrolifere, tra le più grandi al mondo. Queste vaste risorse energetiche sono state una fonte di immensa ricchezza, spingendo il Qatar ai vertici della ricchezza globale.

Le riserve petrolifere del Qatar sono sufficientemente consistenti da sostenere la sua prosperità economica per almeno due decenni. Questa preziosa risorsa ha consentito alla nazione di effettuare investimenti significativi in ​​infrastrutture, istruzione e assistenza sanitaria, migliorando la qualità della vita dei suoi cittadini.

 Le entrate generate dalle esportazioni di petrolio hanno inoltre consentito al Qatar di diversificare la propria economia, investendo in finanza, settore immobiliare e sport, garantendo ulteriormente il proprio futuro finanziario.

Da questa attenzione al capitale umano è nata una forza lavoro altamente competente e adattabile, in grado di gestire le mutevoli esigenze di un’economia basata sulla conoscenza.

Sebbene Singapore e il Qatar rappresentino due percorsi molto diversi verso la ricchezza in Asia, essi esemplificano il potere di trasformazione di una sana governance, pianificazione strategica e gestione delle risorse. La ricchezza di Singapore è fondata sulla sua reputazione di integrità, apertura agli affari e innovazione, mentre il Qatar prospera grazie alle sue abbondanti risorse petrolifere e agli investimenti visionari. 

Insieme, queste nazioni fungono da fari di prosperità nel panorama asiatico, suscitando ammirazione in tutto il mondo per il loro viaggio unico verso il benessere.

Conclusione

In conclusione, l’Asia è un continente noto per la sua incredibile diversità in termini di paesi, culture ed economie. Questa breve panoramica evidenzia diversi paesi asiatici, capitali e dati sul PIL nominale dal 2021 al 2023. 

L’Asia comprende vari paesaggi economici, dai giganti finanziari come Cina e Giappone alle economie emergenti come Vietnam e Bangladesh.

Ciascuno di questi paesi presenta punti di forza e sfide unici, che contribuiscono al ricco arazzo della storia economica dell'Asia. Inoltre, questo elenco è incompleto, poiché l’Asia ospita numerose altre nazioni con caratteristiche economiche distinte.

I dati economici sono dinamici e possono cambiare rapidamente a causa di vari fattori, tra cui le tendenze del mercato globale e le politiche nazionali. 

Pertanto, per avere informazioni più aggiornate e precise sulle economie dei paesi asiatici, è fondamentale fare riferimento agli ultimi rapporti e alle fonti fornite da istituzioni autorevoli e agenzie governative.


Spargi l'amore

Lascia un tuo commento